Newsletter n. 30 del 19 dicembre 2017

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailby feather

 

Prossimo concorso per il reclutamento dei docenti

Firmato il decreto con le modalità di svolgimento del prossimo concorso per il reclutamento di docenti di scuola secondaria aperto agli abilitati. Dopo la registrazione alla Corte dei conti il Ministero emanerà il bando per la presentazione delle domande di partecipazione.

Osserva la Ministra Fedeli che “Il decreto firmato riguarda la prima di tre selezioni che stiamo avviando in base a quanto previsto da uno dei decreti attuativi della legge 107 varati ad aprile, che disegna un nuovo modello di reclutamento per fare in modo ci siano tempi certi e percorsi definiti per diventare insegnanti”.

Il decreto di aprile prevede una fase transitoria per chi già insegna; il primo bando a cui fa riferimento il decreto sarà aperto agli abilitati; un secondo bando riguarderà i precari che insegnino da tre anni. Quindi prenderanno il via i nuovi concorsi ordinari per i laureati, i cui vincitori parteciperanno ai percorsi triennali di Formazione Iniziale e Tirocinio (FIT), con prova finale di valutazione che darà accesso, ove superata, alla immissione in ruolo.

La Ministra evidenzia come siatno stati mantenuti gli impegni rispettando la celerità dei tempi, in coerenza con quanto annunciato in Parlamento lo scorso 10 ottobre: “ […] il primo concorso, quello per abilitate e abilitati, sarà bandito in anticipo rispetto al termine che la legge fissa a febbraio 2018 […] il nuovo sistema di reclutamento andrà a regime nel giro di un triennio interrompendo, finalmente, la prassi per cui si entrava nella scuola solo dopo un lungo precariato. D’ora in poi i concorsi avranno cadenza biennale. Le nuove regole garantiranno un’ancor maggiore qualificazione professionale delle docenti e dei docenti. E consentiranno alle e ai giovani che vogliono insegnare di non dover affrontare percorsi dal futuro incerto”.

Il decreto prevede una selezione aperta agli abilitati o agli specializzati nel sostegno, inclusi i docenti già di ruolo. Le graduatorie di merito saranno regionali, stilate valutando il punteggio di una prova orale (max 40 punti), i titoli e il servizio pregresso (max 60 punti).

Seguirà l’anno di formazione iniziale e il tirocinio, in cui sarà monitorata l’attitudine professionale del docente attraverso visite di controllo. Seguirà la valutazione finale che, se positiva, comporterà l’immissione in ruolo.

Inoltre, la Ministra ha firmato un decreto contenente i criteri di verifica in itinere e finale degli standard professionali dei vincitori di concorso per la successiva ammissione all’anno di formazione iniziale o, nel caso dei bandi per non abilitati e per laureati, al FIT.

La valutazione dei docenti, osserva la Ministra, costituisce un elemento fondamentale e qualificante per assicurare alle nuove generazioni un insegnamento di qualità. A tale proposito anche i tutor saranno selezionati per verificare l’attività dei docenti e per supportarla.


APPROVATO | ODG n. G2.5000 su cure palliative

Il mio ordine del giorno impegna il Governo ad adottare tutte le iniziative necessarie per uniformare in tutte le Regioni l’erogazione dei farmaci ospedalieri a livello territoriale, onde evitare l’ospedalizzazione dei pazienti in ADI o terminali, nel rispetto della volontà del malato e dei suoi familiari. Approfondisci...


Intervento in Aula | DDL n. 2801 in materia di consenso informato e disposizioni anticipate di trattamento

Il rispetto della volontà e sensibilità del malato significa dargli ciò di cui ha bisogno nella sua casa, tra i suoi cari. L’ordine del giorno che ho presentato e su cui chiedo al Governo la massima attenzione e impegno guarda a questa preziosa opportunità, aspetto non affatto secondario da affrontare, superando un’interpretazione arcaica e burocratica che nella medicina territoriale oggi non può più starci. Guarda il video e leggi il testo dell’intervento completo...


Presentato in Senato progetto ‘Classici Contro’

“Il progetto si estende attualmente a tutta l’Italia, con la moltiplicazione delle sinergie tra le Università, i Licei e le Istituzioni civiche. Dopo «XENIA. Migranti, stranieri, cittadini» (2016) e «UTOPIA (Europa). Ovvero del diventare cittadini europei» (2017), – spiega la senatrice del Pd – il tema per il 2018 sarà «DIKE», ossia la GIUSTIZIA, tra gli dei antichi, la democrazia ateniese e il nostro presente dell’Italia e dell’Europa. Leggi il Comunicato stampa completo...


AGRICOLTURA |Emendamento sull’affiancamento per i giovani agricoltori

Una misura che i giovani agricoltori aspettano da tempo, uno strumento per favorire il passaggio dell’impresa Agricola dagli ultra sessantenni agli under 40, che sono interessati ad avviare una attività. Si prevedono tre anni in cui si lavora insieme perseguendo un piano di sviluppo dell’impresa in cui i giovani siano supportati dal know how degli anziani. Si tratta di uno strumento da migliorare in corso d’opera, ma capace di favorire un rapporto collaborativo e fiduciario tra generazioni. Approfondisci...


Ordine del Giorno sulla Piccola Pesca

La Senatrice Fasiolo ha dichiarato in un Comunicato stampa di essere soddisfatta della presentazione dell’ordine del giorno in quanto ” persegue l’obiettivo di garantire la sostenibilità economica, le attività dei singoli pescatori e delle piccole imprese familiari, che da molti anni operano nel settore della pesca, nel rispetto di un’ equa distribuzione delle quote incrementali. “ Leggi il Comunicato stampa…

 

Lascia un commento