Una azione irrazionale ed inspiegabile

Facebooktwitterpinterestmailby feather

Non capisco il senso della scelta annunciata ieri da Marcucci, capogruppo in Senato.

Si tratta della nascita del nuovo Intergruppo: una strategia di gestione del Parlamento, o un arrendevole e compiaciuto, intenzionale abbandono tra le braccia di Conte? Certo è un fatto: le scelte di campo sono lontanissime dai principi ispiratori del PD, che pare aver abdicato a qualsiasi vocazione riformista, arroccato su posizioni populiste e di una sinistra arcaica. Come osserva in un POST un caro amico, “si sta creando un’ autostrada per offrire un’ opportunità al centro”, …un grande centro rispetto al quale in questo momento il PD diventa marginale” Mi si spieghi allora il senso dell’aver costruito il PD , in un superamento di DS e Margherita, di una nuova ed inedita prospettiva di principi e di visione del futuro del Paese, per fare oggi un’ulteriore ” fascina” con leu e 5* a fianco e perdippiù senza una direzione PD, in assenza di un’ assemblea nazionale. Tanto valeva restare DS e Margherita.
Con questa scelta il PD sta dando segno di non disporre di una classe politica autorevole, consistente, se la scelta è di fondersi in un agglomerato con esiti ad alto rischio. Zingaretti si dichiara all’oscuro di un’ operazione “intergruppo PD 5* Leu”, operazione telecomandata da Conte- Marcucci. Una prova di debolezza, effetto di quella eccessiva contiguità che adesso rischiamo di pagare a caro prezzo.

Lascia un commento